MULTIVERSO

Mondi interconnessi: porte che si aprono tra scienza e fantascienza, spiritualità e magia, fantasia e realtà.

DEBORA MONTANARI

Gli ultimi lavori, eventi, news. Biografia e foto per stampa e blogger. Contatti: info@deboramontanari.com

SF & FANTASY

Fantascienza, Fantasy, Horror, la Fiction nei film, nei libri e in tutti i lavori artistici. Da tutto il Mondo. Per tutte le età.

FILES DI CONFINE

Il punto di vista dell'autrice. Conferenze, progetti, articoli, ricerche: il lavoro di Debora al di fuori dei suoi libri.

"Sarà morto prima ancora che abbia finito.
Non è il primo. E non sarà l'ultimo.
"

Alison Belsham

Chi è il cacciatore? E chi la preda? Questo thriller è una sfida anche per il lettore che si trova nel mezzo di una perversa stagione di caccia alle persone, dove i ruoli tra cacciatori e prede si intersecano.

A volte sono le coincidenze, a volte le strategie, a volte è pura fortuna e altre volte è una maledetta sfortuna, ecco i fattori che conducono il gioco della trama, un gioco perverso che trasforma ignare prede in vittime, ignoti cacciatori in aguzzini, consapevoli cacciatori in arroganti pretendenti al ruolo di re della caccia, ma nessuno di loro è davvero certo riguardo il ruolo che sta giocando, perché gli eventi girano come una ruota della fortuna e, si sa, non esistono vie di mezzo: quando giri quella ruota o vinci o perdi.

Il thriller non è spaventoso, scatenare brividi di paura credo che non sia lo scopo primario dell’autrice; ho l’impressione che Alison Belsham punti tutto sull’atmosferaauthor Alison Belsham di insicurezza per destabilizzare le certezze del lettore. Questo senso di totale mancanza di controllo sugli eventi, di instabilità che i protagonisti vivono nel quotidiano - e in maniera del tutto personale -, l’inadeguatezza espressa da tutti i personaggi che incrociamo, pervade il romanzo. Non c’è bianco e nero e neanche una zona di grigio ma tante sfumature, espresse dai caratteri dei protagonisti e dai loro comportamenti.

Il fatto è che nel thriller "Il Tatuatore" c’è più realismo di quanto il lettore possa aspettarsi. Così, ci troviamo di fronte al male che trova sempre nuovi modi di esprimersi per scopi sempre più deliranti e al bene rappresentato da esseri umani con una coscienza, ma anche fallibili, magari con buone intenzioni ma più spesso preda della loro stessa arroganza o, peggio ancora, dell’arrivismo, del protagonismo, dei giochi di potere, della stupidità, di situazioni personali che interferiscono con i comportamenti morali; ecco allora che il lettore diviene testimone dell’ottusità della polizia e della determinazione del killer e legge impotente mentre tra le pagine gli eventi degenerano.

Ciò che dovete sapere è che nel romanzo, così come nella realtà, i buoni e i cattivi, poliziotto e serial-killer, predatore umano e vittima predestinata, non si riparano nelle loro trincee cercando di colpirsi a vicenda, ma giocano in un campo aperto dove bene e male, moralità e immoralità, intelligenza e stupidità, azione e reazione si mescolano in situazioni confuse e difficili da gestire e quella insicurezza diventa la padrona incontrastata del romanzo.

"Il Tatuatore" ha personaggi che vivono una trama lineare che desta curiosità, è una lettura che scivola via liscia e veloce; "Il Tatuatore" vi immergerà in una caccia al serial-killer con protagonisti molto veri che, proprio per questo, avranno atteggiamenti che vi disturberanno e vi costringeranno a criticarne i comportamenti e, quindi, a mettere in gioco anche la vostra moralità.

 

- Alison Belsham ha letto questa recensione, qui di seguito il suo commento -

"Thank you so much for this thoughtful review.
Certainly, one of the things I always strive for when writing characters is to reflect what people are like in real life. This means they are neither all good or all bad - we all have our flaws and inconsistencies, so I try to allow my characters the space to express these things. My detective, Francis Sullivan, is driven not only by the need to right wrongs, but also by his own ambition and vanity. The tattoo artist Marni Mullins distrusts the police, but at the same time wants to see the killer caught. These paradoxes allow for more interesting conflicts to develop and for the story to take unexpected turns as the protagonists grapple with what they want to do and what they feel they should do. The question for the reader is: how would you behave in these situations? [Alison Belsham]

"Grazie mille per questa ponderata recensione.
Certamente, una delle cose per cui mi sforzo sempre quando scrivo i personaggi è di riflettere su come sono le persone nella vita reale. Ciò significa che non sono né tutti buoni, né tutti cattivi; tutti abbiamo i nostri difetti e incongruenze, quindi cerco di lasciare ai miei personaggi lo spazio per esprimere queste cose. Il mio detective, Francis Sullivan, è guidato non solo dal bisogno di correggere i torti, ma anche dalla sua stessa ambizione e vanità. L'artista del tatuaggio Marni Mullins diffida della polizia, ma allo stesso tempo vuole vedere l'assassino catturato. Questi paradossi permettono ai conflitti più interessanti di svilupparsi e alla storia di prendere svolte inaspettate, mentre i protagonisti sono alle prese con quello che vogliono fare e ciò che sentono di dover fare. La domanda per il lettore è: come ti comporteresti in queste situazioni?" [Alison Belsham]

 

Il Tatuatore copertina italiana del libro

 

Titolo: Il Tatuatore
Autore: Alison Belsham
Editore: Newton Compton Editori

Titolo originale: The Tattoo Thief

Pagine: 380 (edizione con copertina rigida)

Immagini nell'articolo:
immagine 1: Alison Belsham, dal suo sito ufficiale
immagine 2: copertina italiana Newton Compton

Salva

Salva

Salva

Salva