MULTIVERSO

Mondi interconnessi: porte che si aprono tra scienza e fantascienza, spiritualità e magia, fantasia e realtà.

DEBORA MONTANARI

Gli ultimi lavori, eventi, news. Biografia e foto per stampa e blogger. Contatti: info@deboramontanari.com

SF & FANTASY

Fantascienza, Fantasy, Horror, la Fiction nei film, nei libri e in tutti i lavori artistici. Da tutto il Mondo. Per tutte le età.

FILES DI CONFINE

Il punto di vista dell'autrice. Conferenze, progetti, articoli, ricerche: il lavoro di Debora al di fuori dei suoi libri.

Io sto allerta
io non sono di questo mondo,
io vivo nel profondo…
sono lontano…
sono tanto lontano
io ardo con i morti
Paul Klee

Già agli inizi del ‘900 Paul Klee (Münchenbuchsee, 1879 - Muralto, 1940) credeva nella multidimensionalità del nostro Universo, era un uomo al passo con i nostri tempi e avanti cento anni rispetto ai suoi, non solo per quello in cui credeva, ma anche per come viveva.

Klee è stato forse il primo artista ad appassionarsi alla fisica quantistica, che nasceva agli inizi del Novecento. Perché la fisica quantistica è studiata e amata da molti artisti? Forse perché è una scienza che trascende la realtà rivelando ciò che c’è oltre il visibile e il conoscibile, rispondendo con le sue teorie agli artisti e alle loro visioni ultraterrene che giungono da chissà dove, forse perché la fisica quantistica concede l’esistenza di questo chissà dove.

gatto sacro di paul klee

Ed è proprio il chissà dove che Klee vede e dipinge: luoghi oltre la soglia della nostra dimensione e gatti, perché i gatti, si sa, stanno “un po’ di là e un po’ di qua”, varcano soglie invisibili e magiche. Posso affermare, in poche parole, che i gatti sono gli sciamani del mondo animale. Così li vedeva Klee, così li dipingeva, così li amava: i suoi gatti erano Nuggi, Fripouille e Bimbo; questo libro ci racconta la sua vita anche attraverso loro, esseri mistici che facevano parte della sua famiglia. I gatti di Klee hanno contribuito, con la loro presenza, a dare al grande artista una sorta di collegamento tra le sue visioni e le altre dimensioni, inoltre hanno scandito le diverse fasi della sua vita e, quindi, del suo progresso artistico.

Definire “Il Gatto Cosmico di Paul Klee” una biografia è riduttivo, l’autrice Marina Alberghini non ci racconta di date e di fatti in modo analitico ma coinvolge il lettore rendendolo partecipe del pensiero e soprattutto dell’anima dell’artista. Ne sottolinea il percorso interiore - quasi iniziatico - mostrandoci la vita del pittore che si muove attraverso gli eventi dell’epoca, conoscendo i personaggi del suo tempo, lasciandosi impressionare da viaggi e luoghi, ma sempre rimanendo fedele a se stesso e al suo percorso verso luoghi nascosti dalla realtà tangibile, verso quel chissà dove, lasciandoci un po’ di quel luogo nelle sue poesie e nei suoi dipinti.

il gatto cosmico di paul klee copertina

 

Titolo: Il Gatto Cosmico di Paul Klee
Autore: Marina Alberghini
Editore: Mursia

  • La traduzione della poesia all'inizio dell'articolo è di Marina Alberghini
  • Immagine nel testo: "Gatto Sacro" di Paul Klee, da Farfalle Eterne
  • Immagine a fianco: copertina del libro

 

 

L'articolo ha vinto il Premio Bastet per la diffusione della cultura del Gatto.

Questo il commento inviato da Marina Alberghini:

È con vivo compiacimento che ho letto la recensione di Debora Montanari al mio libro "Il Gatto Cosmico di Paul Klee". L’argomento non era semplice ma lei è riuscita a cogliere e a semplificare l’essenziale del mio discorso, a mettere in luce i punti fondamentali del suo essere, che fanno di questo Grande un genio del ventesimo secolo. Il tutto con un discorso chiaro ed esaustivo, senza parlarsi addosso come, ahimè, è costume di molti critici, che probabilmente non hanno capito niente e quindi, non riuscendo a spiegare agli altri, si rifugiano in una lingua nota solo a loro. Grazie, gentile Debora!

Marina Alberghini

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva